Chi siamo‎ > ‎

Presentazione

L'Associazione “il Parco”

Ciò che questa Associazione ha compreso nel tempo è stato di non permettere che ci potessero essere cali di attenzione sulle esigenze e le criticità che i cittadini di questa zona potevano rilevare e evidenziare.

E' ragionevole pensare che, dopo quasi quindici anni, questa Associazione abbia mantenuto il suo impegno, abbia dimostrato di rappresentare quel Volontariato che è mosso esclusivamente dal senso civico, dalla volontà di aiutare gli altri, dalla convinzione che solo il “noi” possa garantire un futuro alle persone, ai luoghi e alle idee.

Nel corso degli anni l'Associazione ha promosso diverse iniziative che hanno spaziato in diverse tematiche e in diversi ambiti.

Fra queste iniziative vi sono le “serate di degustazione”, organizzate in collaborazione con l'Azienda Agricola “Poderi delle Rocche” di Dozza Imolese, che ha il suo punto vendita in via Scandellara. Questa azienda fu una delle prime a insediarsi nel territorio, quando, nel primo dopo guerra, intraprese la vendita di prodotti ortofrutticoli per passare poi, nel 1962, anche alla vendita di crescentine e vino all'interno dei locali attualmente destinati a trattoria.  

Sono poi proseguite le iniziative estive nelle piazzette dell'insediamento di via Larga, come, ad esempio, la “festa dei cortili” che aveva luogo l'ultimo sabato del calendario scolastico, per poter consentire ai ragazzi di festeggiare l'inizio delle vacanze estive. Questa iniziativa consisteva nell'organizzare giochi e spettacoli per i più piccoli e intrattenimento musicale per gli adulti. Il tutto accompagnato da “manicaretti” (de gustibus...) preparati dai volontari dell'Associazione.

Ha poi visto la luce la ormai tradizionale “Sagra della caldarrosta”. Gustoso frutto stagionale, tipico delle nostre terre, la cui vendita è radicata negli angoli più antichi, suggestivi e frequentati della nostra città, cha rallegrato anche questa parte di periferia nelle fredde giornate di novembre, rese più calde, vive e partecipate da questa iniziativa. L’evento ha da sempre costituito anche una sorta di festa del tesseramento dell'Associazione.

Un altro incontro speciale, solidale e dal forte impatto emotivo è stato quello con FaNeP (Famiglie Neurologia Pediatrica dell'ospedale Gozzadini). Le iniziative sostenute insieme al Prof. Franzoni e al presidente di questa meravigliosa associazione, Cav. Francesco Mauro, sono state una esperienza di vita e di solidarietà fondamentali. Questa collaborazione, basata sulla condivisione di obiettivi comuni, continua tuttora. La difesa dei più piccoli, dote e futuro dell'umanità, è un punto fermo sul quale l'Associazione “il Parco” vuole costruire percorsi e iniziative. Queste iniziative sono state condivise anche con il Centro Commerciale Vialarga e Ipermercato E.Leclerc CONAD.

Doverosa e sentita è sicuramente l'organizzazione, progettata insieme a diversi soggetti Istituzionali ed economici, dell'iniziativa “Un Natale per chi è solo”, ormai giunta alla sua quindicesima edizione. L’iniziativa vuole dare una risposta forte e concreta al problema della solitudine in cui vivono persone di ogni età e di ogni ceto sociale. Durante questa giornata, che si svolge ovviamente il 25 dicembre, l'Associazione “il Parco” riunisce quaranta volontari che allestiscono, all'interno del Centro commerciale Vialarga, il pranzo per circa trecento ospiti segnalati dai servizi sociali di alcuni Quartieri cittadini, dai Centri sociali del territorio, dalla Caritas e, negli ultimi anni, anche dall'Antoniano. Significativi i riconoscimenti che l'Associazione ha ricevuto dalla Città di Bologna, attraverso una targa consegnata dal  Sindaco nell'edizione del 2009, e dal Presidente della Repubblica, il quale ha voluto manifestare il suo apprezzamento inviando un telegramma, di cui si allega copia, nell'edizione del 2008.

L'Associazione “il Parco” ha anche organizzato “giornate della Legalità” e del “Consumo critico” nella tensostruttura del Centro Commerciale Vialarga, per sensibilizzare la cittadinanza sulle problematiche relative alle infiltrazioni mafiose e all'usura. A queste iniziative siamo stati orgogliosi di avere avuto come relatori Nando dalla Chiesa, Presidente onorario di Libera, già Sottosegretario all'Università, i Presidenti di alcune cooperative di Libera Terra, rappresentanti del Comitato “Addiopizzo” che lotta contro l'usura prevalentemente nella città di Palermo, Salvo Vitale, “compagno di battaglie e amico di Peppino Impastato”, con il quale fondò Radio Aut, Assessori e giornalisti.

L'Associazione “il Parco” si prende cura, praticamente dalla sua nascita, sia di parte del verde pubblico presente nel territorio, che di alcuni spazi di verde privato.

Per quanto riguarda il verde pubblico, esiste una convenzione sottoscritta con il Quartiere San Vitale, che prevede, fra l'altro, lo sfalcio delle aiuole esterne al parco Tanara, per una superficie di circa 6000 mq.

All'interno del parco Tanara i volontari hanno provveduto più volte al ripristino dell'intero impianto di irrigazione, ad ala gocciolante, danneggiato dalle diverse ditte, incaricate dall'Amministrazione Comunale, che nel tempo si sono occupate del taglio dell'erba.

Nel gennaio del 2006 l’Associazione ha aderito al progetto del Comune di Bologna sugli Assistenti Civici, tramite la sottoscrizione di una convenzione. Inizialmente i dodici Assistenti Civici si sono occupati del controllo del parco Tanara, per poi, su sollecitazione del Settore Sicurezza, allargare la loro presenza anche, negli orari di entrata e di uscita degli alunni, presso le Scuole di via Scandellara.

L'attenzione al territorio, la volontà di risolvere le problematiche e le criticità hanno da sempre guidato l'Associazione che, nelle battaglie intraprese, ha costantemente cercato e ottenuto il conforto dei cittadini. Prova di questo, sono state le notevoli e consistenti quantità di firme raccolte per promuovere petizioni, su diversi argomenti che riguardano la zona di via Larga. Ad esempio, la situazione di degrado dell'area del demolitore in via Scandellara, la condizione precaria del verde e delle strutture edili abbandonate nei primi anni di edificazione dell'insediamento, le problematiche relative allo svolgimento di manifestazioni musicali presenti nella zona e, non ultime, le preoccupanti conseguenze che  avrebbe portato l'ipotetica chiusura del passaggio a livello di via Cellini, fortunatamente scongiurata con una raccolta di circa duemila firme.

Un'altra “battaglia” fortemente sostenuta e combattuta dall'Associazione “il Parco” è stata quella contro l'edificazione della “cittadella del rugby”, che doveva sorgere proprio dove oggi nasceranno il nuovo parco e la casa delle Associazioni, in via del Carpentiere. In solitudine, ma con la consapevolezza che il ruolo di rappresentante dei cittadini imponeva questo sforzo, “il Parco” ha monitorato, seguito e, quando necessario, denunciato agli organi competenti le illecite attività svolte dagli allora “occupanti” l'area. Tant’è che l'Amministrazione Comunale ha fermato quel progetto ritenendolo inadeguato  e privo di utilità per i cittadini. E' con soddisfazione e orgoglio che, oggi, l'Associazione “il Parco”, confortata dalle cronache cittadine che riportarono le notizie, può dirsi principale promotrice di interessi pubblici, nonché garante delle istanze della cittadinanza nei confronti di scelte che avrebbero potuto deviare l'utilizzo di un'area, di proprietà pubblica, verso interessi privati. Tutto ciò ha fatto si che una fetta della nostra città sia stata resa ai suoi legittimi proprietari: i cittadini.

Ċ
Amministratore IlParco,
12 mag 2011, 08:20
Comments